Probiotici innovativi
terapia paziente con tumore mammario
ca Mammario metastatioc

Associazione tra peso del neonato alla nascita e rischio di tromboembolismo venoso post-partum materno


Il tromboembolismo venoso post-partum ( VTE ) è un evento potenzialmente fatale e prevenibile che porta a morbilità sostanziale a breve e lungo termine.
Si è valutato se il parto di neonati a termine con basso o alto peso alla nascita sia associato a maggior rischio di tromboembolismo venoso.

In uno studio caso-controllo basato sulla popolazione condotto nello Stato di Washington ( USA ) dal 1987 al 2011, i casi di tromboembolismo venoso in ospedale entro 3 mesi dal parto sono stati identificati utilizzando i codici selezionati International Classification of Diseases, Ninth Revision, Clinical Modification.
I controlli erano donne selezionate in modo casuale dopo il parto senza tromboembolismo venoso, abbinate per anno di nascita.

Tra i parti di nati vivi, singoli, a termine, è stato confrontato il rischio di tromboembolismo venoso per le madri di neonati di peso basso e alto alla nascita ( inferiore a 2.500 g e superiore a 4.000 g, rispettivamente ) rispetto alle madri di neonati di peso normale alla nascita ( 2.500-4.000 g ).

I modelli di regressione logistica sono stati aggiustati per età materna, etnia, livello di istruzione, indice di massa corporea, parità, modalità del parto, durata della gestazione, fumo, diabete mellito gestazionale e preeclampsia.

Le pazienti con tromboembolismo venoso ( n=547 ) erano più anziane, avevano un indice di massa corporea più elevato e hanno avuto più complicazioni legate alla gravidanza rispetto ai controlli ( n=9.482 ).

In confronto con le madri di neonati con peso alla nascita normale, le madri di neonati con basso peso alla nascita hanno mostrato un rischio 3 volte maggiore di tromboembolismo venoso, che è rimasto anche dopo aggiustamento multivariato ( odds ratio, OR=2.98 ).

Le madri di neonati con peso elevato alla nascita hanno avuto solo un lieve aumento del rischio di tromboembolismo venoso, che si è attenuato dopo aggiustamento multivariato ( OR=1.26 ).

In conclusione, il parto di un neonato con basso peso alla nascita è associato a un aumento del rischio di tromboembolismo venoso materno di 3 volte dopo il parto.
Questo dato dovrebbe essere considerato nella valutazione del rischio di tromboembolismo venoso al parto. ( Xagena2015 )

Blondon M et al, Circulation 2015;131:1471-1476

Gyne2015 Emo2015



Indietro