Alleanza Mediterranea Oncologica in Rete
Probiotici innovativi
San Antonio Breast Symposium
OncoGinecologia

Esito pediatrico dopo cancro materno diagnosticato durante la gravidanza


I dati sugli esiti a lungo termine dei bambini che sono esposti a tumore materno con o senza trattamento durante la gravidanza sono limitati.

In uno studio caso-controllo multicentrico, sono stati confrontati i bambini le cui madri avevano ricevuto una diagnosi di cancro nel corso della gravidanza con i bambini abbinati di donne senza diagnosi di cancro.

Tutti i bambini sono stati valutati in modo prospettico ( per mezzo di un esame neurologico e Bayley Scales of Infant Development ) a 18 mesi, 36 mesi, o entrambi.
È stata effettuata una valutazione cardiaca a 36 mesi.

In totale 129 bambini ( età media, 22 mesi ) sono stati inclusi nel gruppo la cui madre aveva il cancro ( gruppo di esposizione prenatale ) con un numero corrispondente nel gruppo di controllo.

Durante la gravidanza, 96 bambini ( 74.4% ) sono stati esposti alla chemioterapia ( da sola o in combinazione con altri trattamenti ), 11 ( 8.5% ) alla radioterapia ( da sola o in combinazione ), 13 ( 10.1% ) alla sola chirurgia, 2 ( 1.6% ) ad altri trattamenti farmacologici, e 14 (10.9%) a nessun trattamento.

Il peso alla nascita era al di sotto del 10° percentile in 28 dei 127 bambini ( 22.0% ) nel gruppo di esposizione prenatale e in 19 dei 125 bambini ( 15.2% ) nel gruppo di controllo ( P=0.16 ).

Non c'è stata nessuna differenza significativa tra i gruppi nello sviluppo cognitivo, sulla base del punteggio Bayley ( P=0.08 ) o nelle analisi di sottogruppo.

L'età gestazionale alla nascita è stata correlata con l’esito cognitivo nei due gruppi di studio.

La valutazione cardiologica tra 47 bambini a 36 mesi di età ha mostrato risultati cardiaci normali.

In conclusione, l'esposizione prenatale al tumore materno con o senza trattamento non mette in pericolo lo sviluppo cognitivo, lo sviluppo cardiaco, o lo sviluppo generale dei bambini nella prima infanzia.
La prematurità è stata correlata a un esito cognitivo peggiore, ma questo effetto era indipendente del trattamento del cancro. ( Xagena2015 )

Amant F et al, N Engl J Med 2015; 373: 1824-1834

Onco2015 Pedia2015 Gyne2015



Indietro