Probiotici innovativi
ESG 2017
San Antonio Breast Symposium

Rischio di infezione invasiva da Haemophilus influenzae durante la gravidanza e associazione con esiti avversi fetali


Haemophilus influenzae non-capsulato provoca spesso infezioni del tratto respiratorio superiore non-invasive nei bambini, ma può anche causare la malattia invasiva, soprattutto negli anziani.
Numerosi studi hanno riportato un aumento della incidenza nei neonati e hanno suggerito che le donne incinte possono avere un aumento della suscettibilità alla malattia invasiva da Haemophilus influenzae non-capsulato.

Sono state descritte l'epidemiologia, le caratteristiche cliniche e gli esiti di malattia invasiva da Haemophilus influenzae nelle donne in età riproduttiva nel corso di un periodo di 4 anni.

Public Health England ha condotto la sorveglianza nazionale sulla malattia invasiva da Haemophilus influenzae in Inghilterra e Galles; sono stati inviati questionari clinici ai medici di medicina generale che hanno avuto in cura tutte le donne di età compresa tra 15 e 44 anni, con malattia invasiva da Haemophilus influenzae confermata in laboratorio durante il periodo 2009-2012, che comprendeva 45.215.800 anni-donna di follow-up.
Il risultato finale è stato valutato nel giugno 2013.

L'esito primario era l’infezione da Haemophilus influenzae e gli esiti secondari erano gli esiti legati alla gravidanza.

In totale, 171 donne hanno presentato infezione invasiva da Haemophilus influenzae confermata in laboratorio, che comprendeva 144 pazienti ( 84.2% ) con sierotipo non-capsulato, 11 ( 6.4% ) con sierotipo b e 16 ( 9.4% ) con altri sierotipi capsulati.

Il tasso di risposta al questionario è stato del 100%.

Complessivamente, 75 delle 171 donne ( 43.9% ) erano incinte al momento della infezione, la maggior parte delle quali erano precedentemente in buona salute e si erano presentate con batteriemia da Haemophilus influenzae non-capsulato.

Il tasso di incidenza di malattia invasiva da Haemophilus influenzae non-capsulato è stato 17.2 volte maggiore ( P minore di 0.001 ) tra le donne in gravidanza ( 2.98 per 100.000 anni-donna ), rispetto alle donne non-incinte ( 0.17 per 100.000 anni-donna ).

L’infezione da Haemophilus influenzae non-capsulato durante le prime 24 settimane di gravidanza è stata associata a perdita fetale ( 44/47; 93.6% ) e nascita estremamente prematura ( 3/47; 6.4% ).

L’infezione da Haemophilus influenzae non-capsulato durante la seconda metà della gravidanza è stata associata con la nascita prematura in 8 casi su 28 ( 28.6% ) e con nati morti in 2 dei 28 casi ( 7.1% ).

Il rapporto di incidenza per la perdita della gravidanza è stato pari a 2.91 per tutti i sierotipi di Haemophilus influenzae e 2.90 per Haemophilus influenzae non-capsulato rispetto al tasso base per le donne incinte.

Tra le donne in Inghilterra e Galles, la gravidanza è risultata associata a un maggior rischio di infezione invasiva da Haemophilus influenzae.
Queste infezioni sono state associate con esiti infausti della gravidanza. ( Xagena2014 )

Collins S et al, JAMA 2014; 311: 1125-1132

Gyne2014 Inf2014



Indietro