Vulvodinia Survey
Tumore Ovaie
Xagena Mappa
Tumore Mammella

Antipertensivi orali per l'ipertensione gravidica non-grave: revisione sistematica


L'obiettivo di uno studio è stato quello di individuare quali antipertensivi fossero superiori al placebo / nessuna terapia o a un altro antipertensivo per il controllo dell'ipertensione gravidica non-grave e fornire stime future sulla dimensione del campione per evidenze definitive.

Sono stati identificati studi randomizzati sugli antipertensivi per l'ipertensione in gravidanza non-grave dai database elettronici online, fino al 28 febbraio 2021.

Delle 1.246 pubblicazioni identificate, sono stati inclusi 72 studi; 61 ( 6923 donne ) hanno fornito informazioni.

Tutti gli antipertensivi comunemente prescritti ( Labetalolo, altri β-bloccanti, Metildopa, bloccanti dei canali del calcio [ calcioantagonisti ] e terapia mista / multifarmaco ) rispetto al placebo / nessuna terapia hanno ridotto il rischio di ipertensione grave dal 30% al 70%.

Il Labetalolo ha ridotto la proteinuria / preeclampsia ( odds ratio, OR= 0,73 [ intervallo di credibilità al 95%, 0,54-0,99 ] ) e la morte fetale / neonatale ( OR=0,54 [ 0,30-0,98 ] ) rispetto al placebo / nessuna terapia, e la proteinuria / preeclampsia rispetto a Metildopa ( OR=0,66 [ 0,44-0,99 ] ) e ai calcioantagonisti ( OR=0,63 [ 0,41-0,96 ] ).

L'analisi sequenziale degli studi ha indicato che per fornire prove definitive sarebbero necessarie da 2.500 a 10.000 donne per braccio ( ipertensione grave o esiti di sicurezza ) fino a più di 15.000 per braccio ( morte fetale / morte neonatale ).

In sintesi, tutti gli antipertensivi comunemente prescritti in gravidanza riducono il rischio di ipertensione grave, ma il Labetalolo ( Trandate ) può anche ridurre la proteinuria / preeclampsia e la morte fetale / neonatale. ( Xagena2022 )

Fonte: Bone JN et al, Hypertension 2022; 79: 614-628

Cardio2022 Gyne2022 Farma2022



Indietro