Tumore Mammella
Tumore Ovaie
OncoGinecologia
Xagena Mappa

Associazione dello stato materno di vitamina D durante la gravidanza con il contenuto minerale osseo nella discendenza


Lo stato materno di vitamina D in gravidanza è stato proposto come determinante del contenuto minerale osseo nella discendenza, ma è stato valutato solo in studi di piccole dimensioni.

L’associazione è stata valutata ora anche in un ampio studio prospettico.

I partecipanti idonei all’arruolamento erano coppie madre e figlio da gravidanza singola che avevano preso parte allo studio ALSPAC ( Avon Longitudinal Study of Parents and Children ), e nelle quali la madre disponeva di misurazioni della concentrazione di 25-idrossi-vitamina-D ( 25(OH)D ) in gravidanza e nelle quali il figlio era stato sottoposto ad assorbimetria a doppia-energia a raggi X all’età di 9-10 anni.

Le concentrazioni di 25(OH)D in gravidanza sono state valutate per 10.0 nmol/L, e classificate come sufficienti ( più di 50.00 nmol/L ), insufficienti ( 49.99-27.50 nmol/L ) o mancanti ( meno di 27.50 nmol/L ).

Le associazioni tra le concentrazioni di 25(OH)D nel siero materno e il contenuto minerale osseo dell’intero corpo esclusa la testa e la colonna vertebrale sono stati valutati per trimestre.

Sono state valutate 3.960 coppie madre-figlio, soprattutto di origine europea e bianche ( contenuto minerale osseo dell’intero corpo esclusa la testa n=3.960, contenuto minerale osseo della colonna vertebrale n=3.196 ).

L’età media dei figli era di 9.9 anni.

In totale, 2.644 ( 67% ) madri avevano concentrazioni sufficienti, 1.096 ( 28% ) insufficienti e 220 ( 6% ) mancanti di 25(OH)D in gravidanza, ma il contenuto minerale osseo dell’intero corpo, esclusa la testa e la colonna vertebrale, non ha mostrato differenze nei figli delle madri nei 2 gruppi a concentrazione più bassa versus il gruppo con concentrazione sufficiente di 25(OH)D.

Non sono state osservate associazioni con il contenuto minerale osseo di figli per alcun trimestre, incluso il terzo, che si pensa sia il più rilevante ( differenza media nel contenuto minerale osseo dell’intero corpo esclusa la testa aggiustata per fattori confondenti -0.03 g per 10.0 nmol/L; contenuto minerale osseo della colonna vertebrale 0.04 g per 10.0 nmol/L ).

In conclusione, non sono emerse associazioni rilevanti tra lo status materno di vitamina D in gravidanza e il contenuto minerale osseo dei figli nella tarda fanciullezza. ( Xagena2013 )

Lawlor DA et al, Lancet 2013; 381(9884): 2176-2183

Endo2013 Gyne2013



Indietro