Tumore Ovaie
Tumore Mammella
OncoGinecologia
Xagena Mappa

Associazione tra uso materno nel primo trimestre di Ondansetron e malformazioni cardiache e schisi orale nella prol


La prove della sicurezza fetale di Ondansetron ( Zofran ), un antagonista del recettore 5-HT3 comunemente prescritto per la nausea e il vomito durante la gravidanza, sono limitate e conflittuali.
È stata valutata l'associazione tra l'esposizione a Ondansetron durante la gravidanza e il rischio di malformazioni congenite.

È stato condotto uno studio nidificato di coorte retrospettivo nel Medicaid Analytic eXtract 2000-2013 a livello nazionale.
La coorte consisteva in 1.816.414 gravidanze da 1.502.895 donne iscritte a Medicaid da 3 mesi prima dell'ultimo ciclo mestruale fino a 1 mese o più dopo il parto; i bambini sono stati arruolati in Medicaid per almeno 3 mesi dopo la nascita.

Le analisi sono state condotte tra il 2017 e il 2018.
La stratificazione del punteggio di propensione è stata utilizzata per controllare l'indicazione del trattamento e altri fattori di confondimento.
L’esposizione analizzata era l’assunzione di Ondansetron durante il primo trimestre, il periodo di organogenesi.

Gli esiti primari erano malformazioni cardiache e fessurazioni orali diagnosticate durante i primi 90 giorni dopo il parto. Gli esiti secondari includevano malformazioni congenite complessive e sottogruppi di malformazioni cardiache e fessurazioni orali.

Tra 1.816.414 gravidanze ( età media delle madri, 24.3 anni ), 88.467 ( 4.9% ) sono state esposte a Ondansetron durante il primo trimestre.

Complessivamente, 14.577 su 1.727.947 di bambini non-esposti e 835 su 88.467 bambini esposti sono stati diagnosticati con una malformazione cardiaca, con un rischio assoluto di 84.4 e 94.4 per 10.000 nascite, rispettivamente.

Il rischio assoluto di fessurazioni orali era 11.1 per 10.000 nascite ( 1.921 neonati non-esposti ) ed era 14.0 per 10.000 nascite ( 124 bambini esposti ).

Il rischio di qualsiasi malformazione congenita era 3.135 per 10.000 nascite ( 54.174 neonati non-esposti ) ed era 370.4 ( 3.277 bambini esposti ).

Il rischio relativo ( RR ) aggiustato per le malformazioni cardiache era 0.99 e la differenza di rischio ( RD ) aggiustata era -0.8 ( da -7.3 a 5.7 per 10.000 nascite ).

Per le fessurazioni orali, il rischio relativo aggiustato è stato pari a 1.24 e la differenza di rischio è stato pari a 2.7 ( da 0.2 a 5.2 per 10.000 nascite ).

La stima aggiustata per le malformazioni congenite nel complesso è stata di rischio relativo pari a 1.01 e differenza di rischio pari a 5.4 ( da -7.3 a 18.2 per 10.000 nascite ).

Tra i figli di madri iscritte a Medicaid, l'esposizione nel primo trimestre a Ondansetron non è stata associata a malformazioni cardiache o malformazioni congenite complessive dopo aver considerato i fattori confondenti misurati ma è stata associata a un lieve aumento del rischio di fessurazioni orali. ( Xagena2018 )

Huybrechts KF et al, JAMA 2018; 320: 2429-2437

Gyne2018 Cardio2018 Farma2018


Indietro