Tumore Mammella
Tumore Ovaie
Xagena Mappa
OncoGinecologia

Effetto della chiusura ritardata del cordone ombelicale rispetto a chiusura precoce sugli esiti neonatali e sullo stato del ferro a 4 mesi


E' stato elaborato uno studio randomizzato controllato per studiare gli effetti della chiusura ritardata del cordone ombelicale, rispetto a una chiusura più precoce, sui livelli di ferro in neonati a 4 mesi di età in un contesto europeo.

Hanno partecipato 400 bambini nati da una gravidanza a basso rischio. I neonati sono stati randomizzati per la chiusura ritardata del cordone ombelicale ( maggiore o uguale a 180 secondi dopo il parto ) o chiusura precoce ( minore o uguale a 10 secondi dopo il parto ).

E' stato valutato lo status dell'emoglobina e del ferro a 4 mesi di età con un potere di stima basato sui livelli sierici di ferritina.
Gli endpoint secondari hanno incluso anemia neonatale, sintomi respiratori precoci, policitemia e necessità di fototerapia.

A 4 mesi di età, i bambini non hanno mostrato differenze significative nella concentrazione di emoglobina tra i gruppi, ma i bambini sottoposti a chiusura ritardata del cordone avevano una concentrazione media di ferritina superiore del 45% ( 117 mg/L vs 81 mg/L, P inferiore a 0.001 ) e una minore prevalenza di carenza di ferro ( 1 ( 0.6% ) contro 10 ( 5.7% ), P=0.01, riduzione del rischio relativo 0.90; number needed to treat, NNT=20 ( da 17 a 67 ) ).

Per quanto riguarda gli esiti secondari, il gruppo di chiusura ritardata ha avuto una più bassa prevalenza di anemia neonatale a 2 giorni di età 2 ( 1.2% ) contro 10 ( 6.3% ) [ P=0.02, riduzione del rischio relativo 0.80, NNT 20 ( da 15 a 111 ) ].

Non ci sono state differenze significative tra i gruppi rispetto ai sintomi respiratori post-natali, policitemia e iperbilirubinemia con la necessità di fototerapia.

In conclusione, la chiusura ritardata del cordone ombelicale, rispetto al clampaggio precoce, ha determinato un migliore stato dei livelli di ferro e una ridotta prevalenza di carenza di ferro a 4 mesi di età, e ridotta prevalenza di anemia neonatale, senza effetti negativi dimostrabili.
Poiché la carenza di ferro nei bambini, anche in assenza di anemia, è stata associata a un’alterazione dello sviluppo, il clampaggio ritardato del cordone ombelicale sembra apportare beneficio nei neonati a termine anche nelle regioni con una prevalenza relativamente bassa di anemia da carenza di ferro. ( Xagena2011 )

Andersson O et al, Br Med J 2011; 343:d7157


Gyne2011 Emo2011



Indietro