Tumore Mammella
OncoGinecologia
Tumore Ovaie
Xagena Mappa

Elevata pressione arteriosa nel terzo trimestre di gravidanza correlata a un aumentato rischio di ipertensione nel tempo


A un follow-up di 5 anni, è emerso che la pressione arteriosa elevata nel periodo di gestazione compreso tra 28 e 34 settimane è risultata associata a un aumento, rispettivamente, di 2.68 e 2.45 volte, del rischio di ipertensione di stadio I.

In questo studio prospettico, osservazionale, le misurazioni della pressione arteriosa materna sono state effettuate a determinati intervalli da donne che partecipavano allo studio ROLO ( Randomized cOntrolled trial of a LOw glycemic index diet ) progettato per prevenire la macrosomia ( n = 329 ).
I ricercatori hanno effettuato misurazioni della pressione arteriosa sistolica ( SBP ) e diastolica ( DBP ) durante la gestazione a 13, 28 e 34 settimane, il giorno 1 dopo il parto e dopo 5 anni di follow-up.
L'ipertensione di stadio I è stata definita come pressione SBP 130-139 mm Hg o pressione DBP 80-89 mm Hg, mentre l'ipertensione di stadio II come pressione SBP maggiore o uguale a 140 mm Hg o pressione DBP maggiore o uguale a 90 mm Hg per ciascun punto temporale.

Le donne con elevata pressione avevano una probabilità tripla di sviluppare ipertensione di stadio II al follow-up ( IC 95%, 1.05-8.52; P = 0.04 ).

Alla gestazione nel periodo 28 e 34 settimane, la pressione elevata è risultata significativamente associata a una probabilità aumentata di ipertensione di stadio I, rispettivamente, di 2.68 volte e 2.45 volte, al follow-up a 5 anni ( IC al 95%, 1.36-5.27; P =0.004 e IC 95%, 1.22-4.95; P = 0.012, rispettivamente ).

Ogni aumento di 1 mm di Hg di pressione SBP e pressione DBP alla gestazione di 34 settimane era associato a un incremento di probabilità di 1.04 e 1.05 per l'ipertensione di stadio I e II, rispettivamente, al follow-up di 5 anni.

I limiti di questo studio includevano la variabilità interosservatore nel riportare le misurazioni della pressione arteriosa.
La diagnosi di ipertensione era auto-riferita dai partecipanti; questo potrebbe essere associato a dichiarazioni non-corrette.
Non sono stati inserite donne con circonferenza della parte superiore del braccio maggiori di 33 cm al follow-up a 5 anni ( n = 57 ), favorendo, potenzialmente, i partecipanti con un indice di massa corporea inferiore.

Secondo i ricercatori la gravidanza smaschera una condizione subclinica che potrebbe insorgere più avanti nel corso della vita.
Per la valutazione del rischio futuro di ipertensione, i punti chiave per valutare la pressione sono alla 28.a e alla 34.a settimana di gestazione. ( Xagena2019 )

Fonte: Clinical Endocrinology, 2019

Cardio2019 Gyne2019



Indietro