OncoGinecologia
Tumore Mammella
Xagena Mappa
Tumore Ovaie

Gravidanza: nessun effetto della supplementazione con DHA sulla depressione materna e sul neurosviluppo dei bambini


Esiste ancora incertezza sui benefici dell'assunzione alimentare di Acido Docosaesaenoico ( DHA ) per le donne in gravidanza e per i loro figli, nonostante le raccomandazioni internazionali che consigliano alle donne incinte di aumentare i livelli di assunzione di tale sostanza.

È stato condotto uno studio per determinare se l'aumento di DHA durante l'ultima metà della gravidanza sia in grado di ridurre il numero di donne con alti livelli di sintomi depressivi e favorire l'esito del neurosviluppo dei loro bambini.

Lo studio multicentrico, in doppio cieco, randomizzato e controllato, DOMInO ( DHA to Optimize Mother Infant Outcome ), è stato portato a termine in 5 ospedali australiani su 2399 donne gravide con meno di 21 settimane di gestazione, gravidanza singola, e reclutate nel periodo 2005-2008, mentre il follow-up per i bambini ( n=726 ) è stato completato a dicembre 2009.

Alle donne che hanno preso parte allo studio sono state somministrate capsule di olio di pesce ricche di Acido Docosaesaenoico che fornivano 800 mg/die di DHA, oppure capsule di olio vegetale senza DHA, dall'inizio dello studio fino al parto.

Le principali misure di esito erano alti livelli di sintomi depressivi nelle madri come indicati da un punteggio superiore a 12 alla scala Edinburgh Postnatal Depression Scale ( EPDS ) a 6 settimane o a 6 mesi dopo il parto.

Lo sviluppo cognitivo e di linguaggio nei bambini è stato valutato a 18 mesi mediante le scale Bayley Scales of Infant e Toddler Development, terza edizione.

Delle 2399 donne arruolate, il 96.7% ha completato lo studio.

La percentuale di donne con alti livelli di sintomi depressivi nei primi 6 mesi post-partum non ha mostrato differenze tra il gruppo DHA e il gruppo controllo ( 9.67% vs 11.19%; rischio relativo aggiustato, RR=0.85; P=0.09 ).

I punteggi compositi medi cognitivi ( differenza media aggiustata: 0.01; P=0.99 ) e di linguaggio ( differenza media aggiustata: -1.42; P=0.09 ) dei bambini nel gruppo DHA non hanno mostrato differenze rispetto a quelli dei bambini del gruppo controllo.

In conclusione, l'uso di capsule di olio di pesce ricche di DHA rispetto a capsule di olio vegetale durante la gravidanza non produce una riduzione dei livelli di depressione post-partum nelle madri, e non migliora lo sviluppo cognitivo e di linguaggio dei propri figli in età scolare. ( Xagena2010 )

Makrides M et al, JAMA 2010; 304: 1675-1683


Farma2010 Gyne2010 Pedia2010


Indietro