OncoGinecologia
Tumore Mammella
Xagena Mappa
Tumore Ovaie

Integrazione con Vitamina-C per le donne incinte fumatrici e funzione polmonare nei neonati


Il fumo materno durante la gravidanza influenza negativamente lo sviluppo dei polmoni del feto, con diminuzione permanente della funzionalità polmonare e aumento del rischio di asma.
In un modello di primati, la Vitamina-C ha bloccato alcuni degli effetti in utero della Nicotina sullo sviluppo del polmone e sulla funzione polmonare della prole.

Si è determinato se i neonati di fumatrici in gravidanza randomizzate a ricevere quotidianamente Vitamina-C avessero avuto migliori risultati ai test di funzionalità polmonare ( PFT ) e diminuito respiro sibilante rispetto ai neonati delle donne randomizzate a placebo.

È stato effettuato uno studio randomizzato, in doppio cieco, condotto in tre siti nel nord-ovest degli Stati Uniti nel periodo 2007-2011.

159 neonati di fumatrici in gravidanza randomizzate ( 76 trattate con Vitamina C e 83 trattate con placebo ) e 76 neonati di non-fumatrici in gravidanza sono stati studiati con il test di funzionalità polmonare del neonato.

La valutazione di follow-up, incluso il respiro sibilante, è stata effettuata a 1 anno di età, e i test di funzionalità polmonare sono stati eseguiti all'età di 1 anno.

Le donne incinte sono state randomizzate a ricevere Vitamina-C ( 500 mg/die ) ( n=89 ) oppure placebo ( n=90 ).

L'esito primario era la misurazione della funzione polmonare neonatale ( rapporto tra il tempo al picco di flusso espiratorio e tempo espiratorio, TPTEF:TE, e compliance respiratoria passiva per chilogrammo, Crs/kg ) entro 72 ore di vita.
Gli esiti secondari includevano l'incidenza di respiro sibilante a 1 anno di età e i risultati ai test di funzionalità polmonare all'età di 1 anno.
Un sottogruppo di fumatrici e non-fumatrici in gravidanza ha eseguito la genotipizzazione.

I neonati di donne randomizzate alla Vitamina-C ( n=76 ) rispetto a quelle randomizzate a placebo ( n=83 ) avevano migliore funzione polmonare misurata mediante TPTEF:TE ( 0.383 vs 0.345, P=0.006 ) e Crs/kg ( 1.32 vs 1.20 ml/cm H2O/kg, P=0.01 ).

I figli di donne randomizzate alla Vitamina-C avevano significativamente diminuito il respiro sibilante all’età di 1 anno ( 15/70, 21% vs 31/77, 40%; rischio relativo, RR=0.56, P=0.03 ).

Non ci sono state differenze significative nei risultati ai test di funzionalità polmonare a 1 anno tra il gruppo Vitamina-C e il gruppo placebo.

L'effetto del fumo materno sulla funzione polmonare neonatale è stato associato con il genotipo materno per il recettore nicotinico alfa5 (rs16969968) ( P minore di 0.001 per l'interazione ).

In conclusione, l’integrazione di Vitamina-C nelle fumatrici in gravidanza ha migliorato i risultati ai test di funzionalità polmonare dei neonati e ha diminuito il respiro sibilante fino a 1 anno nella prole.
La Vitamina-C nelle fumatrici in gravidanza può rappresentare un metodo poco costoso e semplice per ridurre gli effetti del fumo in gravidanza sulla funzione polmonare neonatale e sulle morbilità respiratorie. ( Xagena2014 )

McEvoy CT et al, JAMA 2014; 311: 2074-2082

Gyne2014 Psyche2014 Pneumo2014 Farma2014


Indietro