OncoGinecologia
Tumore Mammella
Xagena Mappa
Tumore Ovaie

Primo evento trombotico nella sindrome da anticorpi antifosfolipidi con aborto


L'incidenza di trombosi nella sindrome da anticorpi antifosfolipidi nella forma puramente ostetrica è incerta.

È stato eseguito uno studio osservazionale della durata di 10 anni su 1.592 donne non-trombotiche che avevano sperimentato 3 aborti spontanei consecutivi prima della 10.ma settimana di gestazione o una morte fetale in corrispondenza o oltre la 10.ma settimana di gestazione.

Sono state confrontate le frequenze di eventi trombotici tra le donne positive per anticorpi antifosfolipidi ( n=517 ), le donne portatrici del polimorfismo F5 6025 o F2 rs1799963 ( n=279 ) e le donne con risultati negativi allo screening per la trombofilia ( n=796 ).

I tassi annuali di trombosi venosa profonda ( 1.46% ), embolia polmonare ( 0.43% ), trombosi venosa superficiale ( 0.44% ), ed eventi cerebrovascolari ( 0.32% ) sono risultati significativamente più alti nelle donne con anticorpi antifosfolipidi rispetto agli altri gruppi, nonostante la profilassi primaria con Acido Acetilsalicilico ( Aspirina ) a basse dosi.

Le donne portatrici di uno dei due polimorfismi non hanno sviluppato più eventi trombotici rispetto alle donne con screening negativo per la trombofilia.

Il lupus anticoagulante era un fattore di rischio per la trombosi venosa non-provocata prossimale e distale profonda e della trombosi venosa superficiale, e le donne nel quartile più alto di attività del lupus anticoagulante hanno presentato il più alto rischio.

Nonostante i dati suggeriscano che gli anticorpi antifosfolipidi possono indurre interruzione della gravidanza attraverso meccanismi non-trombotici, le donne con sindrome da anticorpi antifosfolipidi, puramente ostetrica, sono a rischio di complicanze trombotiche. ( Xagena2012 )

Gris JC et al, Blood 2012; 119: 2624-2632


Emo2012 Gyne2012



Indietro