XagenaNewsletter
Tumore Mammella
OncoGinecologia
Tumore Ovaie

Terapia antiretrovirale combinata e disturbi ipertensivi in gravidanza


È stata confrontata l'incidenza dei disturbi ipertensivi della gravidanza tra le donne che vivono con il virus dell'immunodeficienza umana ( HIV ) in terapia antiretrovirale di combinazione ( ART ) con le donne senza virus HIV, ed è stata valutata l'associazione dei disturbi ipertensivi della gravidanza con i regimi ART o i tempi di inizio della terapia ART.

È stato condotto uno studio di coorte retrospettivo tra due coorti sovrapposte di gravidanza utilizzando database preesistenti in un singolo ospedale: tutte le donne in gravidanza che hanno partorito negli anni 2016-2018 ( coorte 1 ) e tutte le donne con infezione da HIV che hanno partorito negli anni 2011-2018 ( coorte 2 ).

L'esito primario per entrambe le coorti era qualsiasi disturbo ipertensivo della gravidanza; sono state anche esaminate separatamente ipertensione gestazionale e preeclampsia.

Le variabili di esposizione primaria erano lo stato dell'HIV per la coorte 1 e il regime ART ( contenente l'inibitore del trasferimento del filamento dell'integrasi [ INSTI ], contenente l'inibitore della proteasi o contenente l'inibitore non-nucleosidico della trascrittasi inversa [ NNRT ] ) per la coorte 2.

Nella coorte 1, tra 80 donne con infezione da HIV rispetto a 3.464 donne senza virus HIV, non vi è stata alcuna differenza nel rischio di disturbi ipertensivi in gravidanza ( 29% nelle donne con HIV vs 30% nelle donne senza HIV, RR aggiustato 0.9 ).

Nella coorte 2, tra 265 donne con infezione da HIV, i regimi contenenti inibitori del trasferimento di filamento dell'integrasi sono stati associati a un aumentato rischio di qualsiasi disturbo ipertensivo della gravidanza ( 25% tra inibitori del trasferimento del filamento dell'integrasi versus 10% tra inibitori della proteasi, RR aggiustato 2.8 ) e ipertensione gestazionale ( 20% tra inibitori del trasferimento di filamenti di integrasi vs 8% tra inibitori della proteasi, RR aggiustato 2.8 ) rispetto ai regimi contenenti inibitori della proteasi.

Il momento di inizio della terapia ART non è stato associato a disturbi da ipertensione in gravidanza, né ha alterato in modo significativo le associazioni tra regime ART e disturbi ipertensivi degli esiti della gravidanza.

Nel complesso, il rischio di disturbi ipertensivi in gravidanza è stato simile tra le donne che convivono con infezione da HIV in cura con terapia ART e le donne senza HIV.
La maggiore frequenza di disturbi da ipertensione della gravidanza con i regimi con inibitori del trasferimento dei filamenti di integrasi rispetto ai regimi contenenti inibitori della proteasi richiede una valutazione futura utilizzando coorti con una dimensione maggiore. ( Xagena2019 )

Saums MK et al, Obstetrics & Gynecology 2019; 134: 1205-1214

Gyne2019 Inf2019 Cardio2019 Farma2019


Indietro