Xagena Mappa
Tumore Mammella
Tumore Ovaie
OncoGinecologia

Una maggiore durata dell'allattamento esclusivo al seno sembra protettiva contro l'asma infantile


Secondo uno studio, i bambini allattati esclusivamente al seno per periodi più lunghi hanno manifestato una più bassa probabilità di sviluppare asma rispetto ad altri bambini.

Questi risultati estendono la comprensione dell'associazione tra allattamento al seno e salute respiratoria.

Sono stati esaminati i dati di 2.021 diadi materno-bambino arruolate nel consorzio NIH ECHO-PATHWAYS, tratti da tre potenziali coorti di gravidanza.

All'interno della popolazione materna, il 38% delle donne era di razza nera, il 52% bianca e il 6% ispanica / latina.
Inoltre, il 44% ha segnalato un livello di istruzione di scuola superiore o inferiore.
C'erano poche donne che fumavano anche durante la gravidanza ( range tra le coorti, 3-9% ).

La popolazione dei bambini era per il 50% femminile, con il 42% classificato come primogenito e il 34% nato con parto cesareo.
Alla nascita, l'età gestazionale mediana era di 39.29 settimane ( intervallo interquartile [ IQR ], 38.43-40.14 settimane ).

I questionari condotti quando i bambini avevano un'età compresa tra 4 e 6 anni ( IQR, 4.1-4.5 anni ) chiedevano alle madri la durata di qualsiasi allattamento esclusivo al seno.

Inoltre, lo studio internazionale sull'asma e le allergie nell'infanzia e altri questionari hanno valutato gli esiti del respiro sibilante e dell'asma infantile, nonché l'uso e la diagnosi di farmaci specifici per l'asma.

Complessivamente, il 16% dei bambini aveva un respiro sibilante, il 12% aveva asma nel corso della vita, il 12% aveva asma corrente e il 9% soffriva di asma grave.

Tra i bambini, il 33% non era mai stato allattato al seno o allattato al seno per meno di 2 mesi, il 13% era stato allattato al seno per 2-4 mesi, il 9% era stato allattato al seno per 5-6 mesi e il 45% era stato allattato al seno per più di 6 mesi.

Inoltre, il 68% delle donne che avevano allattato al seno il proprio figlio per più di 6 mesi erano di razza bianca e il 78% aveva un'istruzione superiore a quella delle scuole superiori.

I ricercatori non hanno riscontrato alcuna associazione tra la durata dell'allattamento al seno e il respiro sibilante nel bambino o gli esiti dell'asma.
Sebbene non vi fosse alcuna significatività statistica nell'associazione complessiva aggiustata per l'asma, i ricercatori hanno evidenziato una tendenza lineare significativa verso la protezione ( P = 0.034 ).

I ricercatori hanno osservato una riduzione delle probabilità di soffrire d'asma tra i bambini allattati al seno per 2-4 mesi ( odds ratio aggiustato, aOR = 0.79; IC 95%, 0.49-1.24 ), per 5-6 mesi ( aOR = 0.72; IC 95%, 0.42-1.25 ) e per più di 6 mesi ( aOR = 0.65; IC 95%, 0.43-0.97 ) rispetto ai bambini allattati al seno per meno di 2 mesi.

Inoltre, è stata rilevata una associazione tra maggiore durata dell'allattamento esclusivo al seno e una riduzione delle probabilità di asma in corso da 2 a 4 mesi ( aOR = 0.64; IC 95%, 0.41-1.02 ), da 5 a 6 mesi ( aOR = 0.61; IC 95%, 0.38-0.98 ) e per più di 6 mesi ( aOR = 0.52; IC 95%, 0.31-0.87 ) di allattamento esclusivo al seno rispetto a meno di 2 mesi.

I ricercatori hanno inoltre trovato associazioni protettive per il respiro sibilante corrente, asma nella vita e asma corrente grave con più di 6 mesi di esclusivo allattamento al seno rispetto a meno di 2 mesi di allattamento esclusivo al seno e mai meno di 2 mesi di allattamento al seno.

Sono state anche riportate tendenze lineari con una maggiore durata dell'allattamento esclusivo al seno e respiro sibilante, asma nel corso della vita ( P = 0.005 ), asma corrente ( P = 0.009 ) e asma grave corrente ( P = 0.018 ).

Non sono state riscontrate interazioni statisticamente significative tra la modalità di parto e la durata di qualsiasi allattamento al seno sui sintomi di respiro sibilante o asma del bambino.

Tuttavia, le diadi con parti vaginali avevano associazioni protettive costantemente più forti per il respiro sibilante e l'asma infantile in base alla durata dell'allattamento al seno, rispetto ai parti cesarei, sebbene le differenze non raggiungessero la significatività statistica.

Inoltre, l'effetto protettivo di una maggiore durata dell'allattamento al seno è apparso limitato alle madri che non avevano asma, con un odds ratio ( OR ) aggiustato di 0.58 ( IC 95%, 0.37-0.92 ) per l'allattamento al seno per più di 6 mesi rispetto a meno di 2 mesi, ma non tra i figli di madri con asma ( aOR = 1.49; IC 95%, 0.79-2.8 ).

Dallo studio sono emerse evidenze di associazioni protettive tra l'allattamento esclusivo al seno continuato per periodi più lunghi e gli esiti di asma infantile. ( Xagena2022 )

Fonte: Annals of Allergy, Asthma & Immunology, 2022

Allergo2022 Pneumo2022 Gyne2022 Pedia2022



Indietro